Tra i borghi più belli d’Italia, Gradara affascina per l’antica architettura dal forte impatto scenografico. Custodita da una doppia cinta muraria, la città si offre come un potente condensato di storia perfettamente custodito nel tempo. Botteghe, palazzine e caratteristici luoghi di convivio invitano i passanti a ripercorrere le strade degli Sforza, dei Della Rovere, nonché di Paolo Malatesta e Francesca da Rimini, il cui amore è stato narrato nei versi danteschi del V canto dell’Inferno. Pregevoli scorci paesaggistici, reperti storici, pievi e castelli caratterizzano il territorio di Gradara, che riesce facilmente a coniugare arte, artigianato, natura e buona cucina. Tra Gradara e il mare sorge il Parco Naturale del Colle San Bartolo, un’area di eccezionale valore paesistico e ambientale in cui ricade buona parte del territorio comunale.

Nei dintorni di Gradara si ammira il cosiddetto “scacchiere malatestiano”, una fitta rete di rocche e castelli costruite da una delle signorie più potenti d’Italia, a cui si deve aggiungere la visita delle fortezze e dei baluardi dei Montefeltro, i duchi di Urbino acerrimi rivali dei Malatesta.

https://www.castellodigradara.org/

https://borghipiubelliditalia.it/borgo/gradara/